Alberto Cori

BIOGRAFIA e CURRICULUM

Alberto Cori, Pittore, è nato a Roma nel 1958.

Amante dell’arte fin da giovanissimo, ha studiato il disegno, la composizione e la pittura astratta, per poi affermarsi nel panorama artistico contemporaneo come “Acquarellista su tela”, con un suo stile del tutto originale.

Ricercatore appassionato delle tecniche e dei materiali, ha anche approfondito, presso il Centro Accademico I.E. Grabar di Mosca, l’antica tecnica della tempera all’uovo e delle applicazioni di oro zecchino in fogli, su tavole lignee preparate con tele di lino e materiali naturali, producendo opere iconografiche tre le più pregiate.

Ma ciò che caratterizza Alberto Cori è soprattutto la sua grande abilità di espressione pittorica nella rara e difficile tecnica dell’acquerello su tela.

L’Artista ha acquisito questa tecnica dallo studio dei grandi maestri, primo fra tutti Paul Klee.

Negli anni ’80, in modo del tutto personale l’ha poi sapientemente approfondita e sviluppata, portandola ad una immediatezza di colori e di forme e ad una particolare armonia di cromie, che mirabilmente si compongono in architetture surreali, assolutamente originali e personali.

Nel 1990 è stato pertanto invitato ad esporre le proprie opere, insieme con quelle di Aldo Raimondi e Giulio Falzoni, alla Terza Rassegna dei “Maestri dell’Acquerello” a Como.

 

Premi Artistici

 

Alberto Cori ha vinto numerosi premi italiani ed internazionali, tra i quali si segnalano:

  • il Premio Internazionale Novum Comum, Como;
  • il Premio Don Minzoni, Capena;
  • il Premio Nazionale Lorenzo Viani, Roma;
  • il Gran Premio Torino, Torino;
  • il Premio San Giovanni Bono, Cesena.

 

Mostre in Italia e all’estero

 

Nel corso degli anni, ha esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

Tra queste in Italia si segnalano:

le numerose mostre personali e collettive nel corso dei tradizionali appuntamenti artistici romani organizzati periodicamente dall’Associazione dei Cento Pittori a Via Margutta, della quale è stato socio per più di un decennio;

le mostre personali e collettive nel corso delle rassegne d’arte annuali “Re di Roma”, organizzate nell’omonima piazza a Roma dall’Associazione Art Studio Tre;

le mostre organizzate dall’UCAI alla Galleria La Pigna presso il Palazzo Maffei Marescotti;

mostre presso l’Università Urbaniana;

mostra “Brani dello Spirito” al Museo Venanzo Crocetti.

In Italia ha esposto anche in varie altre sedi: Altomonte, Ardea, Bocca di Magra, Capena, Cesena, Como, Cosenza, Fabriano, Isole Eolie, Magliano Sabina, Mapello, Nepi, Olevano Romano, Ortona, Rieti, Salsomaggiore Terme, Suzzara, Taormina, Taranto, Torino.

All’estero:

mostre personali in occasione di eventi organizzati dall’Ambasciata d’Italia ad Abidjan e a Riga.

Mostre On-line: Recentemente ha anche aderito ad iniziative di mostre On-line, in particolare con i siti web UCAI e Galleria La Pigna, con il Centro d’Arte La Spadarina di Piacenza e nel sito web: www.artelogos.com.

 

Pubblicazioni:

Tra i cataloghi e i siti dei Premi Artistici conseguiti e delle Mostre nei quali sono state recensite e pubblicate le Opere di Alberto Cori, si segnala il Volume d’Arte “Brani dello Spirito”, Museo Venanzo Crocetti, Roma, dicembre 2018.

OPERE

CONTATTI

 

INDIRIZZO: Via Niccolò Paganini, 9 – 01036 Nepi (VT)

EMAIL:  albertocori17@gmail.com

RECENSIONI

Prof. Sandro Paparatti

“Gentilissimo Alberto Cori… La ringrazio ancora delle foto [delle sue opere] che hanno portato ancora un segno delle sue capacità pittoriche, intorno alle quali, sia io che i miei Amici Critici e pittori che erano con me, siamo stati tutti unanimi nel giudicare valide le sue tele.

Le foto che mi ha mandato sono fedeli ai suoi colori che io ho avanti agli occhi; c’è in lei una maniera di vedere il mondo, le cose, i colori, singolare; c’è in lei la reminiscenza di Maestri illustri … da cui magicamente attinge un ancestrale richiamo! Quel suo accavallarsi dei colori, tutti limpidi, mediterranei, lucenti, tutti direi puliti come quando sono nati alla creazione del mondo, quel suo immaginare architetture fantastiche, illuminate da luci irreali, quel suo semplicemente “cantare” il paesaggio, la natura, il colore… questa sua pittura esprime una purezza di fantasia, di immaginazione singolari e suggestive.”

 (27 gennaio 1992).

Prof. Giorgio Palumbi

“Fantastica tavolozza cromatica, quella dell’Artista, che illustra quanto di bello può scaturire da un’attenta ricerca compositiva i cui stupefacenti risultati possono donare all’occhio quella bellezza inoltrata verso un oltre attraversato dall’amore echeggiante nella vita reale, dandone la possibilità di modularne l’espressione diretta all’occhio sorpreso del visitatore.

Magnificenza espressiva, dunque quella di Alberto Cori, la cui visibilità servendosi dell’emozione emanata dai segni tracciati dal tempo e dallo spazio, sa rendersi metaforico viaggio spirituale […] utilizzando una tecnica nuova ed originale.

Furente ispirazione, la sua, di un lontano vissuto, la cui memoria collettiva resasi individuale attraverso la eccezionale tavolozza dell’Artista, si ricompone mediante una veste pittorica dal forte valore simbolico, il cui caleidoscopico percorso cromatico, condotto con studiato metodo e con tenace sensibilità, sa scandire l’efficienza della magistrale vitalità delle tonalità dei distesi colori.

Superbo tentativo pienamente riuscito, questo di Alberto Cori, che sa dare all’Io il vero senso della profondità dell’arte e della sua affascinante estetica, mediante una evidente luminosità che induce a scendere nella propria interiorità per scoprire ciò che vive in noi, permettendo così, di osservare quello che è fuori e sopra noi stessi per coglierne le ricchezze contenute nell’anima che, nell’intenzione del Pittore, sanno rendersi meravigliose sensibili poetiche visive in un “passing through” di elevato spessore costruttivo e di stupefacente valore emozionale.”

 (dal Volume d’Arte relativo alla Mostra “Brani dello Spirito”, Museo Venanzo Crocetti, Roma dicembre 2018).

Carlo Marraffa

“Le opere di Alberto Cori, artista di grande talento e sensibilità interiore, suscitano al contempo pace e vitalità, nel ricercato accostamento di colori tenui e luminosi.

Notevole la sua originale espressione personale del paesaggio e dell’immagine, e la sua interpretazione comunicativa, che coglie il “mistero” intuito e percepito nei soggetti rappresentati.” (Presidente UCAI Roma La Pigna, marzo 2019).